• darkblurbg
    SCARICA LA CARTA SOCIO 2021
    Clicca per scaricare la LA CARTA SOCIO 2021
  • darkblurbg
    Non ti costa niente! DONA
    Il Tuo 5x1000 alle ACLI
< torna indietro | Home  »  Servizi Acli »  NEI DIVIETI DI SPOSTAMENTO TRA COMUNI,

NEI DIVIETI DI SPOSTAMENTO TRA COMUNI,

SI CONSIDERINO LE PECULIARITA’ DEI COMUNI MONTANI E DELLE ALTE LANGHE

Notizia inserita il 11/12/2020

NEI DIVIETI DI SPOSTAMENTO TRA COMUNI,

Le Acli provinciali di Cuneo sostengono la proposta avanzata da più parti (Regione Piemonte Comunità di valle e sindaci di Comuni con pochi abitanti e situati in zona montana e nelle Alte Langhe), nel chiedere che si prevedano delle deroghe riguardo alle limitazioni degli spostamenti durante le festività.

Applicare le restrizioni della mobilità nei giorni di Natale, Santo Stefano e Capodanno, può essere comprensibile e necessario nelle grandi città e metropoli; ma in molte realtà della provincia Granda, vuol dire appesantire in modo insopportabile i problemi di quei cittadini, anziani e persone sole, che vivono già una situazione di isolamento e difficoltà a mantenere i rapporti con famigliari e persone care.

“Siamo consapevoli che bisogna rispettare le regole per evitare i contagi e per non pagare poi, dopo le feste, un prezzo insopportabile in termini di sofferenze e perdita di vite umane - dicono i vertici delle Acli cuneesi -, ma riteniamo che le limitazioni possano essere allargate al perimetro delle Comunità di valle, in modo da consentire quel minimo di relazioni sociali che, nel pieno rispetto delle regole di prevenzione, risultano indispensabili per la vita delle persone che già vivono in condizioni di isolamento”.

Tenendo conto delle specificità dei territori della Granda (che conta 140 centri con meno di mille residenti), le Acli provinciali di Cuneo chiedono che si applichino misure diverse per le realtà in cui il numero di abitanti è ridotto, permettendo lo spostamento tra Comuni vicini o appartenenti alla stessa valle.

“Ovviamente vale per tutti la regola di evitare assembramenti, feste di famiglia con tanti invitati e tutte quelle situazioni che possono generare pericolo - conclude il presidente provinciale Acli, Elio Lingua -; ma riteniamo ingiusto e impensabile che un figlio, un nipote o una persona cara, rispettando scrupolosamente le precauzioni necessarie alla salvaguardia della salute, non possano far visita a un anziano o una persona sola, durante le feste”.

“Tra i valori della testimonianza cristiana ci sono quelli della solidarietà e vicinanza ai più piccoli, ai più deboli, ai poveri, agli ammalati e alle persone sole - conclude Lingua -. Possa essere il Natale, per tutti, un momento di riscoperta di questi valori”.

ACLI da 70 anni dalla parte della gente!

 

PACCO NATALIZIO ALIMENTARE AGLI ANZIANI

OFFERTO DAL Circolo Acli San Lorenzo e Desertetto

 

ALLA PIATTAFORMA DIGITALE SOLIDALE NESSUNORESTAINDIETRO"

IL “PREMIO SPECIALE PIEMONTE INNOVAZIONE 2020”

 

Bonus Vacanze prorogato

Fino al 30 giugno 2021

 

Novità per i bonus energia, acqua e luce

Le richieste diventano automatiche

 

A SOSTEGNO DELL’ASSOCIAZIONISMO

: RIAPRIRE I CIRCOLI IN SICUREZZA E ATTIVARE MISURE RAPIDE ED EFFICACI

 

LE ACLI PROVINCIALI DI CUNEO HANNO UN NUOVO DIRETTORE DI SISTEMA

LORIS MARCHISIO, QUARANTENNE CUNEESE, ASSUMERA’ L’INCARICO A GENNAIO

 

Isee sul portale myCAF

Per chi non può recarsi presso i nostri uffici, nuovo servizio a distanza

 

Bonus Facciate 2020

super detrazione al 90% della spesa, prorogato di un anno

Iscriviti alla nostra newsletter