• darkblurbg
    SCARICA LA CARTA SOCIO 2020
    Clicca per scaricare la LA CARTA SOCIO 2020
  • darkblurbg
    Non ti costa niente! DONA
    Il Tuo 5x1000 alle ACLI
< torna indietro | Home  »  Servizi Acli »  LE ACLI PROVINCIALI DI CUNEO A SOSTEGNO DEGLI OPERATORI SANITARI

LE ACLI PROVINCIALI DI CUNEO A SOSTEGNO DEGLI OPERATORI SANITARI

BASTA TAGLI E PIU’ ASSUNZIONI DI MEDICI, INFERMIERI E BIOLOGI

Notizia inserita il 18/11/2020

LE ACLI PROVINCIALI DI CUNEO A SOSTEGNO DEGLI OPERATORI SANITARI

“Basta tagli e più investimenti nella sanità pubblica per non ritrovarci mai più impreparati”.

E’ l’appello delle Acli provinciali di Cuneo alla politica, affinché risponda concretamente alle esigenze dei territori, evitando di continuare a rivolgersi ai privati per coprire le carenze del servizio pubblico.

“Credevamo di essere pronti alla seconda ondata della pandemia - dicono i membri della presidenza dell’associazione - ma ci ha colti, anche questa volta, impreparati a livello organizzativo e questo è inaccettabile”.

“Come Acli provinciali di Cuneo vogliamo essere vicini ai medici, agli infermieri, agli operatori sanitari e a tutte le persone impegnate contro il Covid, in ospedale e sul territorio, che si ritrovano a vivere una situazione drammatica, in condizioni di lavoro insopportabili. Vogliamo delle risposte chiare dalla politica”.

L’ipotesi circolata in questi giorni di affidare i pronto soccorso ai privati, oltre a quella già in atto, di aprire i “Covid hotel”, sempre a gestione privata, non pare coerente con l’impegno, proclamato più volte dal Governo centrale, di incrementare i fondi destinati alla sanità pubblica.

Bisogna investire in risorse umane e strumentali per impedire che si giunga alla saturazione degli ospedali e alla riduzione dei pronto soccorso a parcheggi di persone in attesa di un posto letto, in condizioni nelle quali è difficile persino mantenere il distanziamento.

Occorre assumere medici e infermieri che assicurino l’assistenza ai ricoverati; aggiungere posti letto sia in terapia intensiva che sub-intensiva, come previsto dal Decreto “Rilancio” e anche aumentare il numero di biologi che facciano fronte all’incremento delle attività di laboratorio necessarie.

“E’ una necessità urgente e improrogabile - concludono i dirigenti delle Acli -; basta con le promesse, vogliamo un impegno concreto”.

ACLI da 70 anni dalla parte della gente!

 
 

MATTEO CAVALLO, 25 ANNI!!

PRESIEDE IL CIRCOLO ACLI "SAN LORENZO" NEL COMUNE DI VALDIERI

 

Bonus Cultura

18app : l'edizione 2020 sta per scadere

 

LA PROTESTA DELLE ACLI PROVINCIALI DI CUNEO

“IL TERZO SETTORE VA SOSTENUTO”. AI CIRCOLI E SOCI: “NON VI LASCIAMO SOLI”

 

“ANCHE IN CASA TI STIAMO VICINO”

VOLONTARI DEL SERVIZIO CIVILE CON LE ACLI E LA FAP, TELEFONANO AI SOCI

 

INIZIATIVA CONCRETA DI SOLIDARIETA'

DEL CIRCOLO ACLI SAN LORENZO e DESERTETTO DI VALDIERI

 

LE OSTETRICHE DEL CIRCOLO ACLI OASI

ASSISTONO LE NEW MAMME ANCHE AI TEMPI DEL COVID

Iscriviti alla nostra newsletter