• darkblurbg
    PRENOTAZIONI CAF E PATRONATO
    Prenota via mail o al numero unico Acli Cuneo
  • darkblurbg
    730/2021
    E' ORA DI PRENOTARE!
  • darkblurbg
    SCARICA LA CARTA SOCIO 2021
    Clicca per scaricare la LA CARTA SOCIO 2021
  • darkblurbg
    Non ti costa niente! DONA
    Il Tuo 5x1000 alle ACLI
< torna indietro | Home  »  Servizi Acli »  RIENTRO IN ITALIA DALL'ESTERO

RIENTRO IN ITALIA DALL'ESTERO

COME MI DEVO COMPORTARE...?

Notizia inserita il 09/10/2020

RIENTRO IN ITALIA DALL'ESTERO

La Regione Piemonte ha emanato le istruzioni operative per chi rientra in Italia dall’estero. Le istruzioni impongono delle regole chiare e precise alle quali il datore di lavoro domestico si deve attenere per la gestione del rientro lavorativo della propria collaboratrice domestica.

Vi riportiamo qui di seguito la sintesi delle procedure da applicare:

La Giunta regionale della Regione Piemonte ha approvato, nella riunione del 7 agosto, le istruzioni operative per chi rientra in Italia dall'estero in questa fase di emergenza Covid.

https://www.regione.piemonte.it/web/temi/coronavirus-piemonte/coronavirus-rientro-italia-dallestero-istruzioni-operative

  Troverete in allegato il vademecum prodotto dalla Regione Piemonte e relativa modulistica da compilare ed inviare ai rispettivi destinatari.

 

 

  • Reg.Piemonte - covid19_modulo_rientro_attivita_lavorativa da inviare al datore di lavoro.pdf
    • E’ l’AUTOCERTIFICAZIONE PER LA RIPRESA DELL’ATTIVITÀ LAVORATIVA PER IL DATORE DI LAVORO per le professioni  sanitarie, socio-sanitarie e di assistenza alla persona (medico, paramedico, operatori socio sanitari (O.S.S.), badanti, assistenti a domicilio di soggetti vulnerabili). Coloro che operano in attività di assistenza alla persona (es. badanti), che si assentino dal lavoro per un periodo superiore ai 5 giorni consecutivi anche non lavorativi, indipendentemente se abbiano soggiornato all’estero o in Italia, è raccomandata la compilazione del modulo di autocertificazione di assenza di rischio COVID 19 da consegnare al datore di lavoro.

 

    •  

       

      1.     NON DEVO FARE NULLA SE SONO STATO NEI PAESI PER I QUALI SONO CONSENTITI LIBERAMENTE GLI SPOSTAMENTI DA E PER L’ITALIA:
      • Quasi tutti gli Stati membri dell’Unione Europea: Austria, Belgio, Cipro, Croazia, Danimarca, Estonia, Finlandia, Francia, Germania, Grecia, Irlanda, Lettonia, Lituania, Lussemburgo, Malta, Paesi Bassi, Polonia, Portogallo, Repubblica Ceca, Slovacchia, Slovenia, Spagna, Svezia e Ungheria;
      • Stati dell’accordo di Schengen: Islanda, Liechtenstein, Norvegia, Svizzera;
      • Regno Unito di Gran Bretagna e Irlanda del nord; Andorra; Principato di Monaco; Repubblica di San Marino e Stato della Città del Vaticano; Algeria, Australia, Canada, Georgia, Giappone, Marocco, Nuova Zelanda, Ruanda, Repubblica di Corea, Thailandia, Tunisia, Uruguay.

       

      1.     NON POSSO ENTRARE IN ITALIA
      • Non può rientrare in Italia chi proviene da: Armenia, Bahrein, Bangladesh, Bosnia Erzegovina, Brasile, Cile, Kosovo, Kuwait, Macedonia del nord, Moldova, Montenegro, Oman, Panama, Perù, Repubblica dominicana, Serbia.
      • Attenzione:è vietato entrare in Italia anche a chiunque abbia transitato da questi Paesi nei passati 14 giorni.

       

      1.     DEVO RIMANERE 14 GIORNI IN ISOLAMENTO FIDUCIARIO SE SONO STATO IN UN PAESE NON INCLUSO FRA QUELLI PREVISTI AL PUNTO 1.
      • Chi è entrato in Italia da un Paese non compreso nell’elenco di cui al punto 1) deve segnalare l’arrivo entro 24 ore al proprio medico di famiglia o, nel caso di non residenti, al dipartimento di prevenzione della ASL competente per territorio, e rimanere presso la propria abitazione, senza possibilità di uscire, in isolamento fiduciario per la durata di 14 giorni.

       

       

       

       Scarica allegato: Rientro in Italia dall'estero, come mi devo comportare?

ACLI da 70 anni dalla parte della gente!

 

LE ACLI PROVINCIALI DI CUNEO CONDIVIDONO L’APPELLO ALLE ISTITUZIONI

PER FAR CESSARE IL CONFLITTO TRA ISRAELIANI E PALESTINESI

 
 

RIAPERTURA SICURA

DECRETO LEGGE nr. 52/2021

 

EX UBI E CORRENTISTI:

PREOCCUPATI PER I DISSERVIZI DOPO LA FUSIONE

 

I MAGGIO. ACLI DI CUNEO: UNITI E SOLIDALI,

IMPARANDO CON FIDUCIA UNO DALL’ALTRO, POTREMO USCIRE DAL MOMENTO DI CRISI CHE STIAMO VIVENDO

 

IL PIANETA CHE SPERIAMO, AMBIENTE, LAVORO E FUTURO TUTTO E' CONNESSO

APPUNTAMENTI INTERDIOCESANI IN PREPARAZIONE DELLA 49A SETTIMANA SOCIALE DEI CATTOLICI ITALIANI

Iscriviti alla nostra newsletter