• darkblurbg
    2018 PASSIONE POPOLARE
    TESSERATI ALLE ACLI di Cuneo
  • darkblurbg
    Non ti costa niente! DONA
    Il Tuo 5x1000 alle ACLI
< torna indietro | Home  »  Servizi Acli »  Doppio lavoro?

Doppio lavoro?

E' possibile ma con alcune limitazioni

Notizia inserita il 27/09/2018

Doppio lavoro?

DOPPIO LAVORO:

E’ possibile, ma con alcune limitazioni.

Il dipendente che intende svolgere contemporaneamente due lavori deve comunicare ai due datori di lavoro l’ammontare delle ore in cui può prestare la propria attività ai fini della verifica del rispetto dei limiti di legge.

L’orario di lavoro

Il limite massimo di tempo che si può lavorare in una settimana è attualmente di 48 ore. Poiché questo tetto non può mai essere travalicato, risulterà impossibile accettare, nello stesso tempo, un contratto di lavoro a tempo pieno e uno a tempo parziale. Infatti, il Ministero del Lavoro con un interpello del 2006 ha confermato che «nelle ipotesi di cumulo di più rapporti di lavoro a tempo parziale con più datori di lavoro, resta fermo l’obbligo del rispetto dei limiti di orario di lavoro e del diritto al riposo settimanale del lavoratore.

È invece possibile svolgere contemporaneamente più rapporti di lavoro part time contemporaneamente, alle dipendenze di più datori di lavoro, fermo restando il predetto limite massimo di orario a settimana che, come detto, è di 48 ore.

La concorrenza

Il lavoratore, nel momento in cui intende accettare un secondo posto di lavoro, ha l’obbligo del divieto di concorrenza con l’azienda presso cui già lavora.

Il codice civile vieta di prestare attività anche subordinata alle dipendenze di due datori di lavoro che operano nello stesso settore. Ovviamente solo il consenso di entrambe le aziende potrebbe consentire al dipendente di accettare di svolgere attività per due realtà tra loro concorrenti.

Obbligo di riservatezza

Il dipendente che accetta un secondo posto di lavoro part time deve rispettare la riservatezza delle due aziende.

Egli non può divulgare le notizie attinenti all’impresa, né quelle coperte da segreto, né quelle che, pur avendo un carattere “neutro”, se diffuse all’esterno possono costituire un pregiudizio per il datore di lavoro.

La violazione del divieto di rivelare segreti professionali e scientifico-industriali costituisce reato.

I dipendenti Pubblici sono esclusi

Per i dipendenti pubblici il rapporto di lavoro alle dipendenze della Pubblica Amministrazione deve essere esclusivo.

Fonte: D.l.vo 66/2003.

 

Gli Uffici delle Acli sono a disposizione per ulteriori informazioni.

 

ACLI da 70 anni dalla parte della gente!

 

I° CRITERIUM NAZIONALE DI BOCCE PETANQUE DELL’UNIONE SPORTIVA ACLI

23 e 24 giugno al Forte di Vinadio in Valle Stura, in concomitanza con “Aclinfesta”

 

1° TROFEO DI PESCA SPORTIVA

presso IL LAGO OLMI - Fraz.ne San Sebastiano

 

H4U

Nuova associazione alle ACLI di Cuneo

 

Le locazioni

cosa c'è da sapere

 

Denuncia di Successione

Cos'è? Chi deve farla? Ed alcune novità

 

Perchè fare il 730 al CAF ACLI?

Ecco le ragioni e i vantaggi

Iscriviti alla nostra newsletter