• darkblurbg
    2018 PASSIONE POPOLARE
    TESSERATI ALLE ACLI di Cuneo
  • darkblurbg
    Non ti costa niente! DONA
    Il Tuo 5x1000 alle ACLI
< torna indietro | Home  »  Servizi Acli »  GE.S.A.C. Acli  » Una mela al giorno

Una mela al giorno

Di Claudio Donato

Notizia inserita il 22/05/2018

Una mela al giorno

Nooo dai, aspetta prima di girare la pagina, e non alzare gli occhi al cielo, in questo articolo parliamo di te! Se pensi che con una buona educazione alimentare si potrebbero evitare un terzo delle malattie coronariche e l’undici per cento degli ictus, allora capirai quanto sia importante questa questione e dovresti dedicarmi tre minuti.

Le dietologhe dell’ASL, che periodicamente vengono in visita nella nostra scuola, ci raccomandano di consumare almeno 5 porzioni di frutta e verdura ogni giorno per stare bene. Ma, concretamente, questo dato cosa vuole dire? Le famose 5 porzioni a arrivano in media a 400 grammi, quantità minima per un menu salutare. Per quanto riguarda la frutta, che dovrebbe essere mangiata tre volte al giorno, si potrebbe pensare a frutti interi (come mela, pera, arancia, kiwi).

Riferendoci alla vostra tanto amata verdura, la dose giornaliera si raggiunge mangiando un semplice piatto di insalata. Essa può funzionare come contorno ma, perché no, come piatto unico per i nostri sportivi del primo pomeriggio e per chi si dovesse fermare a scuola. Abbiamo la fortuna di vivere in una provincia che produce molti prodotti, anche diversi tra loro, nel campo ortofrutticolo ed è quindi quanto mai importante consumare prodotti locali per diverse ragioni. La prima, più semplice, è che si conoscono il produttore e i trattamenti applicati sul frutto. La seconda, invece, consiste nella riduzione drastica dei prezzi in quanto i cosiddetti “prodotti a kmØ” sono al netto dei costi di trasporto. La nostra scuola, ad esempio, punta molto sulla qualità del cibo assunto da noi alunni. Per questo siamo tra le prime scuole, se non la prima in provincia, che ha fatto mettere nelle proprie macchinette solo prodotti a basso costo e senza particolari zuccheri, oli di palma o sostanze a noi nocive. Un’altra questione importante è il mangiaresempre prodotti di stagione. Purtroppo per colpa della globalizzazione vediamo sempre di più le fragole a marzo o i kiwi a agosto. Perché questo? Probabilmente nel corso di questi anni siamo stati vittime del bisogno indotto di mangiare qualsiasi frutto in qualsiasi stagione, cosa inimmaginabile fino a 20 anni fa. Quindi ti preghiamo seriamente di mettere fine a questo circolo vizioso. So che la tentazione di sbuffare e di lasciare la lettura nonostante la lezione particolarmente noiosa sia tanta, ma ti chiedo di fare ancora un piccolo sforzo. Il fatto di non maturare sulla pianta non permette ai vegetali di arricchirsi di nu-trienti importanti, soprattutto le vitamine, delle quali risultano perciò poveri. I prodotti fuori stagione vengono coltivati in serre con luce artificiale, raccolte acerbe e portate a maturazione in celle frigorifere. I prodotti di stagione, invece, vengono portati a completa maturazione naturalmente, grazie alla luce del sole e perciò molto sono più ricchi di sostanze che li rendono più buoni e più salutari.

Se tu ti stessi chiedendo quali siano le tipologie di frutta e verdura da consumare durante i vari mesi dell’anno e in particolare in questo periodo che anticipa la tanto attesa estate potete consultare le due tabelle sotto-stanti. “Una mela al giorno toglie il medico di torno?” Assolutamente, ma non esagerate, non vorrei vedere delle nature morte sulle vostre maglie o le classi piene di fruttariani crudisti! Alla prossima mangiata!!

 

ACLI da 70 anni dalla parte della gente!

 

1° TROFEO DI PESCA SPORTIVA

presso IL LAGO OLMI - Fraz.ne San Sebastiano

 

H4U

Nuova associazione alle ACLI di Cuneo

 

Le locazioni

cosa c'è da sapere

 

Denuncia di Successione

Cos'è? Chi deve farla? Ed alcune novità

 

Perchè fare il 730 al CAF ACLI?

Ecco le ragioni e i vantaggi

 

Tesi congressuali FAP Acli 2018, Roma, 7 a 8 giugno

FAP ACLI: UN SINDACATO PER GLI ANZIANI E I PENSIONATI DI OGGI E DOMANI, SOLIDALE, CONDIVISO E PARTECIPATO

Iscriviti alla nostra newsletter