• darkblurbg
    2018 PASSIONE POPOLARE
    TESSERATI ALLE ACLI di Cuneo
  • darkblurbg
    Non ti costa niente! DONA
    Il Tuo 5x1000 alle ACLI
< torna indietro | Home  »  Servizi Acli »  Patronato ACLI  » ABOLITI I VOUCHER

ABOLITI I VOUCHER

DEBUTTANO LIBRETTO DI FAMIGLIA e PRESTO

Notizia inserita il 17/07/2017

ABOLITI I VOUCHER

Dopo l’abolizione dei voucher, quali strumenti di pagamento per le prestazioni di lavoro occasionale ed accessorio, a distanza di poco più di 3 mesi sono stati introdotti due nuovi strumenti di pagamento per contratti di prestazioni occasionali: il “Libretto di famiglia” e Contratto di prestazione occasionale (di seguito denominato “PrestO”).

 

Lavoro a prestazione occasionale

Il lavoro a prestazione occasionale è un’attività lavorativa resa nel rispetto delle previsioni che regolano Libretto Famiglia e PrestO entro i seguenti limiti economici, tutti riferiti all’anno civile (1° gennaio – 31 dicembre):

a) compensi di importo complessivamente non superiore a € 5.000 per ciascun lavoratore/prestatore, con riferimento alla totalità degli utilizzatori (vale a dire committenti/datori di lavoro) ;

b) compensi di importo complessivamente non superiore a € 5.000 per ciascun utilizzatore, con riferimento alla totalità dei prestatori (lavoratori occasionali) ;

c) compensi di importo non superiore a € 2.500 per le prestazioni complessivamente rese da ogni prestatore in favore del medesimo utilizzatore.

Detti importi sono riferiti ai compensi percepiti dal prestatore, ossia al netto di contributi, premi assicurativi e costi di gestione.

I due nuovi strumenti sono diversi tra di loro per soggetto utilizzatore, per compenso orario per il lavoratore ed il costo per l’utilizzatore, nonché per parte della procedura.

 

Libretto famiglia

Utilizzatore Attività occasionali relative a Compenso
     
Solo persone fisiche

No attività professionale

No attività d’impresa

a) lavori domestici, inclusi i lavori di giardinaggio, di pulizia o di manutenzione;

b) assistenza domiciliare ai bambini e alle persone anziane, ammalate o con disabilità;

c) insegnamento privato supplementare

Valore nominale. € 10,00

Di cui:

€ 8,00 compenso orario per il prestatore

– € 1,65 contributo IVS Gestione separata

– € 0,25 contributo INAIL

– € 0,10 costo gestione

  

PrestO

Utilizzatore Attività occasionali relative a Compenso

Ulteriore limite

       

– professionisti,

– lavoratori autonomi,

– imprenditori,

– associazioni,

– fondazioni

– altri enti di natura privata,

 

 

 

 

no limiti

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Minimo € 9,00/ora.

Minimo € 36/giorno

(+ 1 a 4 ore).

 

– 33% IVS Gestione separata

– 3,5 % contributo INAIL

– 1% spese gestione

NO se più di cinque lavoratori subordinati a tempo indeterminato.

NO se imprese dell’edilizia e di settori affini, delle imprese esercenti l’attività di escavazione o di lavorazione di materiale lapideo, delle imprese del settore delle miniere, cave e torbiere.

NO nell’ambito dell’esecuzione di appalti di opere o servizi.

amministrazioni pubbliche esigenze temporanee o eccezionali:

a) progetti speciali rivolti a specifiche categorie di soggetti in stato di povertà,

di disabilità, di detenzione, di tossicodipendenza o di fruizione di ammortizzatori sociali;

b) per lavori di emergenza per calamità o eventi naturali improvvisi;

c) per attività di solidarietà;

d) per manifestazioni sociali, sportive, culturali o caritatevoli

 
imprese settore agricolo   compenso minimi

tre importi orari differenti, a seconda dell’Area di appartenenza del lavoratore:

– area 1: € 7,57;

– area 2: € 6,94;

– area 3: € 6,52.

 

NO se più di cinque lavoratori subordinati a tempo

indeterminato.

 

Solo appartenenti alle seguenti categorie:

a) titolari di pensione diretta;

b) giovani studenti con meno di venticinque anni di età;

c) disoccupati;

d) percettori di prestazioni integrative del salario, di reddito di inclusione, ovvero di altre prestazioni di sostegno del reddito

 

La procedura

  • L’utilizzatore si registra sulla piattaforma INPS;
  • L’utilizzatore effettua versamenti sufficienti al pagamento delle prestazioni occasionali, dei contributi e delle spese di gestione;
  • Anche il prestatore si registra sulla piattaforma (personalmente o tramite patronato) fornendo dati anagrafici, indirizzo di residenza e coordinate bancarie/postali per l’accredito dei compensi;
  • L’utilizzatore (con anticipo di almeno 60 minuti rispetto l’inizio dell’attività lavorativa) comunica i dati identificativi del prestatore, il compenso pattuito, il luogo di svolgimento e la durata della prestazione lavorativa (max 3 giorni);
  • L’INPS avvisa il prestatore della comunicazione di inizio / revoca prestazione lavorativa
  • L’utilizzatore, ottenuta la prestazione lavorativa, (non oltre il 3° giorno) ne comunica la conclusione.
  • L’INPS effettua il pagamento entro il giorno 15 del mese successivo a quello di svolgimento della prestazione.

 

Gli uffici del Patronato Acli Cuneo sono a disposizione per ulteriori chiarimenti.

ACLI da 70 anni dalla parte della gente!

 

1° TROFEO DI PESCA SPORTIVA

presso IL LAGO OLMI - Fraz.ne San Sebastiano

 

H4U

Nuova associazione alle ACLI di Cuneo

 

Le locazioni

cosa c'è da sapere

 

Denuncia di Successione

Cos'è? Chi deve farla? Ed alcune novità

 

Perchè fare il 730 al CAF ACLI?

Ecco le ragioni e i vantaggi

 

Tesi congressuali FAP Acli 2018, Roma, 7 a 8 giugno

FAP ACLI: UN SINDACATO PER GLI ANZIANI E I PENSIONATI DI OGGI E DOMANI, SOLIDALE, CONDIVISO E PARTECIPATO

 

Pensione e Contributi

Assistenza per te: Patronato ACLI

Iscriviti alla nostra newsletter