• darkblurbg
    NOVITA'! Compila il 730 su myCAF
    oppure PRENOTA un appuntamento
  • darkblurbg
    SCARICA LA CARTA SOCIO 2020
    Clicca per scaricare la LA CARTA SOCIO 2020
  • darkblurbg
    Non ti costa niente! DONA
    Il Tuo 5x1000 alle ACLI
< torna indietro | Home  »  Servizi Acli »  NUOVO ISEE

NUOVO ISEE

Il genitore non convivente si aggrega al nucleo

Notizia inserita il 30/09/2015

NUOVO ISEE

Nei casi particolari (in realtà molto comuni oggigiorno) di genitori non coniugati e non conviventi, la riforma dell’Isee, entrata in vigore dal 1° gennaio 2015, ha introdotto nuove regole in merito alla conformazione del nucleo familiare. 

Le varianti possono essere molte e districarsi non sempre è facile.Prendiamo il caso di un padre e una madre non sposati e con diversa residenza, il cui piccolo deve essere iscritto all’asilo. La domanda che tutti si pongono è: il compagno non convivente sarà o non sarà incluso nel calcolo dell’Isee? La risposta è sì, ma è un “sì” che può contenere diverse sfumature. Un conto, infatti, è essere inclusi nel nucleo come una componente “aggregata”; diverso, in altri casi, è essere considerati come una componente “aggiuntiva”, o addirittura non essere considerati affatto. Per chiarezza ribadiamo che i redditi/patrimoni del genitore non convivente, laddove egli non sia coniugato o non risulti avere altri figli con una persona diversa dall’altro genitore, verranno comunque considerati ai fini dell’Isee.

Come?Alla Dsu di riferimento, cioè quella che includerà i redditi/patrimoni della madre del piccolo, verrà aggregato il foglio "componente aggregata" relativo al padre, che appunto vi riporterà i suoi redditi/patrimoni.

Ipotizzando invece che il genitore non convivente sia coniugato o risulti avere altri figli con una persona diversa dall’altro genitore, egli non sarà più una componente “aggregata” al nucleo bensì “aggiuntiva”, dovendo quindi compilare un foglio apposito (FC9) nel quale fornire informazioni sul suo nucleo.

Un caso ulteriore è quello della non-inclusione del genitore non convivente nel nucleo del minore, né come componente aggregata né come componente aggiuntiva. A tal riguardo è necessario che si verifichi almeno una delle seguenti condizioni, e cioè che il genitore:

  • sia separato/divorziato legalmente;
  • sia escluso dalla potestà sui figli o soggetto a provvedimento di allontanamento dalla residenza familiare;
  • sia stata accertata dalle amministrazioni competenti (autorità giudiziaria, servizi sociali) la estraneità del genitore in termini di rapporti affettivi ed economici.

 

ACLI da 70 anni dalla parte della gente!

 

LA PROTESTA DELLE ACLI PROVINCIALI DI CUNEO

“IL TERZO SETTORE VA SOSTENUTO”. AI CIRCOLI E SOCI: “NON VI LASCIAMO SOLI”

 

“ANCHE IN CASA TI STIAMO VICINO”

VOLONTARI DEL SERVIZIO CIVILE CON LE ACLI E LA FAP, TELEFONANO AI SOCI

 

INIZIATIVA CONCRETA DI SOLIDARIETA'

DEL CIRCOLO ACLI SAN LORENZO e DESERTETTO DI VALDIERI

 

LE OSTETRICHE DEL CIRCOLO ACLI OASI

ASSISTONO LE NEW MAMME ANCHE AI TEMPI DEL COVID

 

IL CIRCOLO ACLI “SCUOLORANDO”

OFFRE AIUTO PER I COMPITI E ATTIVITÀ PER PICCOLI E GRANDI

 

HA SUPERATO I 30.000 euro

LA SOMMA RACCOLTA DAI CIRCOLI ACLI DELLA PROVINCIA DI CUNEO

 

LA SCOMPARSA DI SILVANO GIANTI

PROFONDO DOLORE E INFINITA TRISTEZZA

Iscriviti alla nostra newsletter