• darkblurbg
    SCARICA LA CARTA SOCIO 2021
    Clicca per scaricare la LA CARTA SOCIO 2021
  • darkblurbg
    Non ti costa niente! DONA
    Il Tuo 5x1000 alle ACLI
< torna indietro | Home  »  Servizi Acli »  UNA SCORCIATOIA PER L'IMU

UNA SCORCIATOIA PER L'IMU

...allo studio del Governo una semplificazione sull'acconto di giugno 2012

Notizia inserita il 07/02/2012

UNA SCORCIATOIA PER L'IMU Sarà un rientro soft quello dei prelievi sulla prima casa. Se non per le tasche dei contribuenti, almeno per quanto riguarda la difficoltà di calcolo degli importi da versare. Il governo sta infatti pensando di introdurre nel decreto sulle semplificazioni fiscali – che dovrebbe essere varato tra questo fine settimana e il 9 febbraio – una norma ad hoc sul versamento dell’acconto Imu del 16 giugno. In pratica l’acconto, qualora l’ipotesi fosse confermata, potrà essere liquidato applicando le sole aliquote base, più le eventuali detrazioni. Si ricorda a questo proposito che la manovra “salva-Italia”, anticipando già al 2012 l’entrata in vigore della nuova Imposta municipale unica, ha stabilito come aliquota base un prelievo del 7,6 per mille sull’intero valore catastale per tutti gli immobili diversi dalle prime case, mentre per queste ultime ha introdotto un’aliquota ribassata al 4 per mille, sulla quale andrà calcolata una detrazione fissa di 200 euro, incrementabile poi di 50 euro per ogni figlio convivente di età pari o inferiore a 26 anni. ACCONTO CON ALIQUOTE BASE – Con l’acconto di giugno, quindi, il cittadino sarà chiamato a calcolare la sua Imu tenendo conto esclusivamente delle aliquote al 4 e 7,6 per mille (più detrazioni), sebbene in realtà le aliquote non siano quelle. La legge, in effetti, stabilisce che per volontà dei Comuni gli importi dovuti possano essere ritoccati, in aumento o diminuzione, rispettivamente di 2 e 3 punti millesimali, col risultato che il prelievo sulle abitazioni principali potrebbe andare da un massimo del 6 a un minimo del 2 per mille, come per tutto il resto l’esborso potrebbe variare da un massimo del 10,6 a un minimo dello 4,6 per mille. Per altro il decreto Milleproroghe, da poco approvato alla Camera e in attesa dell’ok del Senato, ha predisposto che gli enti locali avranno tempo fino al 30 giugno per chiudere i bilanci preventivi e dunque per stabilire l’entità effettiva di aliquote e tariffe. Ora, considerando che l’acconto Imu, com’è stato anche per l’Ici, scade il 16 giugno, ogni modifica apportata dai sindaci sarà “recuperata” al momento del saldo in dicembre. In pratica a fine anno, quando saranno già note le aliquote ufficiali, il contribuente dovrà riprendere in mano carta e penna e ricalcolarsi l’Imu su base annua in funzione degli importi deliberati dai Comuni. A quel punto dovrà sottrarre al nuovo ammontare la cifra già versata in acconto, e la differenza darà l’importo esatto da saldare.

ACLI da 70 anni dalla parte della gente!

 

ALLA PIATTAFORMA DIGITALE SOLIDALE NESSUNORESTAINDIETRO"

IL “PREMIO SPECIALE PIEMONTE INNOVAZIONE 2020”

 

Bonus Vacanze prorogato

Fino al 30 giugno 2021

 

Novità per i bonus energia, acqua e luce

Le richieste diventano automatiche

 

A SOSTEGNO DELL’ASSOCIAZIONISMO

: RIAPRIRE I CIRCOLI IN SICUREZZA E ATTIVARE MISURE RAPIDE ED EFFICACI

 

LE ACLI PROVINCIALI DI CUNEO HANNO UN NUOVO DIRETTORE DI SISTEMA

LORIS MARCHISIO, QUARANTENNE CUNEESE, ASSUMERA’ L’INCARICO A GENNAIO

 

Isee sul portale myCAF

Per chi non può recarsi presso i nostri uffici, nuovo servizio a distanza

 

Bonus Facciate 2020

super detrazione al 90% della spesa, prorogato di un anno

 

BONUS TV o DECODER di nuova generazione

Scopri come ottenere il bonus in base al tuo valore ISEE

Iscriviti alla nostra newsletter