• darkblurbg
    SCARICA LA CARTA SOCIO 2021
    Clicca per scaricare la LA CARTA SOCIO 2021
  • darkblurbg
    Non ti costa niente! DONA
    Il Tuo 5x1000 alle ACLI
< torna indietro | Home  »  Servizi Acli »  UN CATASTO PIU' EQUO

UN CATASTO PIU' EQUO

...e vicino al mercato

Notizia inserita il 29/12/2011

UN CATASTO PIU' EQUO Rivoluzione copernicana sul Catasto. È quella illustrata dal Governo Monti in un documento ufficiale pubblicato l’altro ieri sul sito del ministero dell’Economia. Il piano è davvero ambizioso e per completarlo potrebbero volerci anni. L’obiettivo è il seguente: innovare alla radice i criteri di valutazione degli immobili, vecchi ormai di vent’anni. ANNI ’80 – Questo ci porta direttamente alla fine degli anni ‘80, vale a dire al momento in cui furono introdotte le stime, o meglio i criteri di stima, tutt’oggi in vigore. Cosa accadde in pratica? Accadde che gli immobili furono valutati non tanto in base al loro valore di mercato, quanto alla loro redditività, cioè in base al prezzo al quale li si sarebbe potuti affittare. Ecco dunque perché si parla di rendita catastale: cioè di quanto una certa unità immobiliare potrebbe rendere al suo proprietario..... NUOVI CRITERI – Detto questo, ciò che si propone di fare Monti è una sorta di smantellamento e ricostruzione degli attuali – ma in realtà superati – sistemi di valutazione. A partire dal superamento della rigida classificazione degli immobili per categorie catastali, per arrivare all’applicazione di nuove formule di calcolo incentrate su metratura, ubicazione e caratteristiche architettoniche. Monti, fra l’altro, ha annunciato una riforma catastale “a costo zero”, ma non nel senso di un esborso fiscale che rimarrà quello di sempre, piuttosto riferendosi al fatto che non verranno inventate nuove tasse. È ovvio, però, che in alcuni casi bisognerà attendersi un sostanzioso ampliamento della base imponibile e di conseguenza una maggior spesa sul conto della neonata Imposta municipale unica. Perché solo in alcuni casi? È questo, in realtà, uno dei piatti forti della rivoluzione che sta bollendo in pentola, il cui senso potrebbe essere così tradotto: ciascuno pagherà per quello che effettivamente possiede. In una sola parola: equità. CATEGORIE ADDIO – Oggi, praticamente, la valutazione degli immobili a fini fiscali poggia sull’appartenenza alle singole categorie catastali (ad esempio abitazioni “civili”, “economiche”, “signorili” o “popolari”) e sul conteggio dei cosiddetti “vani catastali”, cioè i locali principali (ad esempio le stanze, i saloni, i soggiorni), quelli accessori diretti (bagni o corridoi) e quelli complementari (cantine, soffitte, box). Ciò cosa comporta? Comporta, ad esempio, che il proprietario di un’abitazione ubicata nel centro di una grande metropoli, ma catalogata come popolare, potrebbe pagare un’Imu analoga, o magari inferiore, a quella di un’abitazione pur sempre popolare ma ubicata in periferia, salvo poi verificare che le abitazioni già registrate in determinate griglie siano rimaste quelle di un tempo. Ecco perché l’unità di misura del vano la si vorrebbe sostituire con quella della metratura effettiva. In conclusione, la riforma che Monti ha in testa, e che manderebbe gambe all’aria moltiplicatori, categorie immobiliari e percentuali di rivalutazione sugli estimi, prevede un ridisegno capillare della mappatura catastale, considerando allo stesso tempo il contesto logistico nel quale si trova un immobile, le sue condizioni effettive, la sua reale estensione e il pregio architettonico laddove fosse presente. Il tutto per avvicinare quanto più possibile le basi imponibili alla reale andatura del mercato.

ACLI da 70 anni dalla parte della gente!

 

PACCO NATALIZIO ALIMENTARE AGLI ANZIANI

OFFERTO DAL Circolo Acli San Lorenzo e Desertetto

 

ALLA PIATTAFORMA DIGITALE SOLIDALE NESSUNORESTAINDIETRO"

IL “PREMIO SPECIALE PIEMONTE INNOVAZIONE 2020”

 

Bonus Vacanze prorogato

Fino al 30 giugno 2021

 

Novità per i bonus energia, acqua e luce

Le richieste diventano automatiche

 

A SOSTEGNO DELL’ASSOCIAZIONISMO

: RIAPRIRE I CIRCOLI IN SICUREZZA E ATTIVARE MISURE RAPIDE ED EFFICACI

 

LE ACLI PROVINCIALI DI CUNEO HANNO UN NUOVO DIRETTORE DI SISTEMA

LORIS MARCHISIO, QUARANTENNE CUNEESE, ASSUMERA’ L’INCARICO A GENNAIO

 

Isee sul portale myCAF

Per chi non può recarsi presso i nostri uffici, nuovo servizio a distanza

 

Bonus Facciate 2020

super detrazione al 90% della spesa, prorogato di un anno

Iscriviti alla nostra newsletter